Soledad

Così davanti a loro due tu credi di poter capire.

“..y hagas lo que hagas, pase lo que pase, siempre te adorará.”

Davanti a loro due però, non capisci davvero. Nessuno può. Tu senti solo che c’è qualcosa.

“Questa cosa che sento, non so definirla chiaramente ma sembra importante,
la senti anche tu?”

Così davanti a loro due succede.

Che sulla guancia a un certo punto scivola una lacrima.
Che questa è fredda, sola e indisciplinata come te.
Che tutt’attorno c’è una marea di gente che non si accorge di niente.
Che pensi che il tempo di capire ha una velocità diversa dall’urgenza.

Dell’odio e dell’amore.

[Abbiamo costruito quattro pareti, appeso ai muri i sogni, lasciato fare la polvere negli angoli. Davanti a quella fotografia per me c’è tutto quello che non è:

soltanto una cucina, con due nomi ricamati sulle pareti.]

leo-matiz-frida-kahlo

One Response to “Soledad”

  1. valijolie Says:

    Le citazioni sono:
    Cartas de Frida Kahlo a Diego Rivera
    (http://www.revistadeartes.com.ar/revistadeartes-43/lit_cartas-de-frida-a-diego.html) e Brevi interviste con uomini schifosi, DFW.

Leave a Reply